Sistemi di Controllo Interno

Il Sistema di Controllo Interno di Pirelli & C. e del Gruppo Pirelli è l’insieme degli elementi strutturali e di processo, in grado di perseguire gli obiettivi di: (i) efficienza e efficacia delle attività operative; (ii) affidabilità delle informazioni; (iii) salvaguardia del patrimonio aziendale e (iv) rispetto e conformità a leggi e regolamenti per assicurare una corretta informativa e un’adeguata copertura di controllo su tutte le attività del Gruppo, con particolare attenzione alle aree ritenute potenzialmente a rischio.

Il sistema di controllo interno è primariamente strumento “gestionale”; in quanto da un lato parte dei doveri degli amministratori di predisporre l’organizzazione e che la stessa sia adeguata; dall’altro lato perché tramite il sistema di controllo interno gli Amministratori hanno piena e completa visibilità prima sull’organizzazione potendo così intervenire sulla stessa.

Il sistema di controllo interno consente, in particolare, di monitorare il rispetto delle regole e delle procedure che presiedono alla conduzione dell’attività di impresa nelle sue diverse articolazioni.

Il sistema di controllo interno Pirelli si è venuto sviluppando come processo diretto a perseguire i valori di fairnesssostanziale e procedurale, di trasparenza e di accountability, assicurando: efficienza, conoscibilità e verificabilità delle operazioni e, più in generale, delle attività inerenti la gestione; l’affidabilità dei dati contabili e gestionali e dell’informazione finanziaria; il rispetto delle leggi e dei regolamenti; la salvaguardia dell’integrità aziendale, anche al fine di prevenire frodi a danno della Società e dei mercati finanziari.

Il “sistema di controllo interno” in ambito aziendale vuol dire anche “costruzione” di una struttura organizzativa coerente con dimensioni, natura e complessità della attività svolta nonché con la sua localizzazione geografica, e ciò in termini sia di definizione dei ruoli e delle responsabilità sia di (conseguente) attribuzione di poteri cd. di “rappresentanza”. In Pirelli, la definizione delle responsabilità avviene in modo da evitare, da un lato, sovrapposizioni funzionali e, dall’altro, la concentrazione di attività critiche in un unico soggetto.

Regole cardine alla base del sistema di controllo interno della Società sono: (i) la separazione dei ruoli nello svolgimento delle principali attività inerenti ai singoli processi operativi; (ii) la tracciabilità e la costante visibilità delle scelte; (iii) la gestione dei processi decisionali in base a criteri oggettivi.