Piani di successione*

Il Comitato per le Nomine e per le Successioni, che da sua costituzione si è riunito due volte, haesaminato i processi aziendali relativi all’individuazione, gestione e sviluppo dei cd. “talenti”, che garantiscono al Gruppo, nel tempo, il “bacino naturale” di crescita interna assicurando, così, un costante ricambio generazionale.

Il Comitato ha esaminato altresì le principali iniziative di sviluppo delle competenze del management ed il processo per la definizione delle cd. “tavole di successione”.

Il Comitato ha potuto così verificare struttura e stato di implementazione dei sistemi che consentono alla Società di (i) monitorare le risorse chiave presenti in azienda e verificare l’esistenza di possibili soggetti interni capaci di assumere ruoli di maggiore responsabilità ovvero (ii) definire le competenze necessarie per ricoprire tali ruoli nel caso di ricerche all’esterno in caso di cambiamenti di “emergenza”.

Nei primi mesi del 2012, il Comitato per le Nomine e per le Successioni ha incaricato una società specializzata in materia facente parte di un network globale di fornire supporto a Pirelli nella Governance dei piani di successione del top e senior management.

In particolare, con l’ausilio della società di consulenza incaricata, Pirelli intende nel corso del 2012 identificare le funzioni/aree chiave per l’ulteriore sviluppo del business e verificare le potenzialità di crescita interna per poi, eventualmente, in una fase successiva monitorare il mercato dei Senior Executive di particolare talento, a livello internazionale, al fine di individuare profili di potenziale interesse per il Gruppo.

Si ricorda che nel corso del 2011 è stato altresì costituito il Comitato manageriale People and Organization Review.

*Le informazioni riportate nella presente sezione sono fornite anche in ottemperanza alla raccomandazione della Consob contenuta nella Comunicazione DEM/11012984 del 24 febbraio 2011.

RELATED LINKS